Storia dell’acciaio

L'acciaio: importanza del materiale nella costruzione degli impianti

La materia prima utilizzata nella costruzione in qualunque industria metal meccanica e così pure nei nostri impianti è l’acciaio. Gli storici affermano che la prima azienda produttrice di acciaio, sia stata fondata da Friedrich Krupp nel 1811, dando vita alla prima fonderia di acciaio ad Essen in Germania. L’acciaio è una lega siderurgica come la ghisa; ambe due sono leghe di ferro e carbonio, che possono contenere altri elementi in percentuali diverse. Nell’acciaio la percentuale di carbonio varia fra lo 0,008 % e il 2,08 %. Aumentando la percentuale di carbonio diminuiscono la lavorabilità, la saldabilità e la tenacità, mentre aumentano invece la durezza, la resistenza meccanica e la resistenza all’usura.

Gli acciai più utilizzati sono:

  • Acciai di uso generale, a basso carbonio, con struttura ferrito–perlitica; sono impiegati in carpenteria metallica civile e industriale sotto forma di lamiere, profilati e getti;

  • Acciai per applicazioni meccaniche, designati come acciai da bonifica come C30, C40, 40NiCrMo2 sono i migliori;

  • Acciai inossidabili in cui il valore di Cromo è almeno il 14% e hanno la caratteristica – grazie anche alla presenza di molibdeno in percentuali diverse – di resistere alla corrosione.

Back to top